Nonsolomamma

evasioni

durante il lockdown mister i, come tutti, è stato chiuso in casa. lui però, a differenza di altri, era tranquillo e sereno. perché lui, se ha da lavorare e da fare lavatrici, è in pace con il mondo.
poi è arrivata la fase due. ma lui, comunque, non è uscito. “è inutile prendersi dei rischi. sto bene qui”, diceva. e, al massimo, guardava fuori dalla finestra.
certo, è diventato il capo supremo dei flashmob dal balcone che nell’elasti-quartiere sono proseguiti a oltranza. ha preparato le orecchiette e ha ripetutamente inveito contro l’entropia degli hobbit e non solo. ma uscire no. solo per fare la spesa. e poi basta.
faceva il suo workout da vigoressico quasi ogni giorno, davanti a serie tv violentissime o b-movie spazzatura, ansimando, perché i maschi credono che ansimare durante l’allenamento sia una pratica ortodossa e soprattutto sexy.
poi, un giorno, ha deciso che il suo lockdown integralista era finito. e ha detto: vado a fare una passeggiata. è tornato che era quasi sera, senza raccontare nulla della sua evasione.
da allora lo fa sempre. “vado a fare una passeggiata”. e scompare. anche per tre ore. “cammino” dice. “e lavoro, non ti credere”. nessuno lo ha mai visto durante queste scorribande. quando torna è rilassato. “sono stato molto produttivo”, commenta ogni volta. poi riprende la sua vita normale, davanti al computer. il giorno dopo lo rifà. forse ha una fidanzata segreta.

15 pensieri riguardo “evasioni

    1. Io lo farei, sarei troppo curiosa! Anche se devo ammettere che ho fatto uscite in bicicletta e non in questo ultimo periodo ben oltre le 3 ore… ma con figlia al seguito non desto sospetti😅

  1. Io lo farei, sarei troppo curiosa! Anche se devo ammettere che ho fatto uscite in bicicletta e non in questo ultimo periodo ben oltre le 3 ore… ma con figlia al seguito non desto sospetti😅

  2. Guarda che abbiamo tutti cominciato a fare cose strane: mio marito lavora per ore e ore nel giardino di sua madre senza cavarne un ragno dal buco, i miei figli disegnano soldati della guerra d’Indipendenza americana inseguendo la perfezione e io sto messa peggio di tutti, ho cominciato ad andare correre. Corro e mi allontano il più possibile da casa, poi torno e voglio loro più bene di quando sono uscita.

  3. Anche io vado ogni giorno a fare una passeggiata: due ore o più. Dopo tante ore di pc per la DAD o per completare le scartoffie scolastiche, camminare e guardare verso l’orizzonte con il vento in faccia è un vero toccasana. Poi diventa una specie di droga. Lo capisco benissimo.

  4. E che male c’e’? Dopo il lockdown imposto il distanziamento per scelta e’ piu’ che benvenuto.
    Per di piu’ esercizio all’aria aperta 1000 volte meglio dei surrogati casalinghi.

  5. io evado da sempre
    che sia camminare da sola o perdersi tra le pagine di un libro… l’essenziale è andare e ho la necessità fisica di farlo da sola
    torno piena di cose buone da condividere con i miei amati
    poi riparto

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.