Nonsolomamma

l’uomo in tuta e l’euforica

il primo dicembre mister i ed elasti hanno compiuto vent’anni di matrimonio. lui è piuttosto refrattario a celebrare questa ricorrenza perché sostiene che il calcolo deve partire dal giorno del primo bacio nel 1994 (“non possiamo bruciarci sette anni così”). però questo era un anniversario rotondo e, nell’elasti-filosofia, ogni occasione è buona per festeggiare.
così, a settembre, di nascosto da lui, ha prenotato, per il 3 dicembre, volo e albergo per catania, per un weekend in due, per la prima volta soli dal gennaio 2011, quando andarono a praga e le età degli hobbit sommate raggiungevano a malapena il numero dodici.
il problema è che lui, da quando è rientrato da londra qualche giorno fa, è in tuta. una tuta lisa e larga e grigia con delle strisce rosse e blu che corrono lungo la gamba. una tutta sformata. la tuta della malattia. già. mister i non sta mai in tuta. e di tuta ne possiede una sola, questa appunto, che solitamente giace dimenticata in fondo a un cassetto. quando la tuta esce dal cassetto è un bruttissimo segnale. significa che mister i ha la frullosi che è una sindrome nefasta, amplificata in frangenti di pandemia.
sprezzante del pericolo, ieri elasti gli ha consegnato il regalo, nascosto dentro un indecifrabile rebus pieno di disegnini criptici. lui lo ha risolto con una certa fatica: “andiamo su un vulcano su un isola. in aereo”.
“sei contento? venerdì partiamo!”
si è guardato dentro gravemente
“dai! hai fatto tre tamponi negativi, non hai febbre, il raffreddore è passato, la tosse anche, sei pronto per partire!” ha detto lei con voce garrula mentre si immagina fare trekking sull’etna innevato (o innevata, come dicono).
“speriamo… quasi quasi rifaccio un tampone”.
così si è cambiato ed è uscito a fare l’ennesimo tampone negativo.
mentre mister i era fuori lei si è depilata, si è stirata i capelli, ha guardato i ristoranti di catania e ha preparato una borsa con dentro anche le scarpe per camminare sull’etna. poi ha preso la tuta e l’ha buttata in lavatrice invece che dalla finestra come avrebbe voluto.
gli hobbit ripetono ossessivamente “ma quand’è che partite esattamente?”. l’attività di intelligence condotta in questi giorni ha smascherato i preparativi per una festa sabato sera. ma elasti è talmente felice che farà finta di non sapere niente.

9 pensieri riguardo “l’uomo in tuta e l’euforica

  1. Ciao Elasti, carissimi auguri per il vostro anniversario! Che bello fare trekking sull’Etna! Poi facci sapere se mister i riesce a riprendersi dal torpore negativo!😂
    A proposito di D La Repubblica, mi domando… qua l’è il criterio che porta un nuovo Direttore a prendere una decisione così nefasta ? Che c’è dietro questi tagliatori di teste?

  2. Tantissimi affettuosi auguri di buon anniversario da Elena (quella del tetto di cristallo…) che con Paolo ha festeggiato quest’anno il qurantunesimo.
    Ma ci sarà concorrenza tra il trekking sull’Etna e la festa a sorpresa?
    L’abbraccio ci sta!
    E.

  3. Magnifico come sempre… però mortificato da errori di battitura o un correttore automatico impazzito… non importa… faccio esercizi di interpretazione

  4. Io sono sempre titubante a fare queste splendide sorprese, mio marito non ama molto viaggiare ed e’ anche refrattario a celebrare ricorrenze e così piu’ di una volta non si e’ fatto nulla! Brava Elasti!!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.