Nonsolomamma

perché stiamo parlando così tanto?

“mammadevofarelacacca”
lui arriva da scuola, sudatissimo. come chi ha corso una maratona.
abbandona la ragazza alla pari, detta la lettrice, nel corridoio e si precipita nell’elasti-stanza da letto, attraversandola, diretto in bagno. nel percorso si spoglia con foga e atterra sul gabinetto.
“prego, sneddu”
“mi fai compagnia? oggi abbiamo fatto le prove di ingresso di matematica”
“ah! erano difficili?”
“erano medie. e abbiamo un bambino nuovo in classe”
“un altro? non era appena arrivata una bambina?”
“sì, ne è arrivato un altro. si chiama sneddu”
“come te?”
“no, non è vero. sto scherzando. non c’è nessuno di nuovo. però da quest’anno negli gnocchi della refezione mettono anche il parmigiano”
“e sono più buoni così?”
“sì. non sono male. ma tu il lunedì lavori più degli altri giorni?”
“di solito sì. ma dipende. adesso che esce il libro nuovo sarò spesso in giro, quindi forse lavorerò di più sempre”
“vai anche a roma? mi porti?”
“sì, in ottobre, sarebbe divertente andarci insieme…”
“ma perché stiamo parlando così tanto?”
“… be’… mi sembra una cosa bella, no?”
“sì. mi piace. ma non parliamo sempre così tanto quando torno da scuola. domani le femmine saranno le nostre schiave”
“come????”
“sì. si sono offerte loro. hanno detto: se ci ricorrete e ci prendete, domani saremo le vostre schiave”
“potevate rifiutarvi!”
“no. ci hanno obbligati. hanno detto che se non ubbidivamo…”
“avessimo ubbidito”
“va be’. loro si sarebbero leccate le mani e ce le avrebbero messe in faccia”
“ah”
“ho finito. vado in cortile”.

13 risposte a "perché stiamo parlando così tanto?"

    1. Ho sempre trovato fantastiche le chiacchiere da tazza del bagno, le ho praticate molto dell’infanzia con la prozia Teodolinda che mi raccontava di quando viveva a Montevideo e con mia cugina.

      Per caso nelle peregrinazioni dissemina libro è prevista una tappa a Padova?

      1. Claudia e Amanda, per Padova poreste sentire Lìbrati, la libreria delle donne di PD, secondo me sono disponibili! Parlate con Ilaria Durigon.

  1. mia figlia usa il sistema delle mani leccate messe in faccia per difendersi da suo fratello più grande! 😀
    ma c’è da qualche parte un elenco semi ufficiale delle presentazioni che farai in giro per l’italia?

  2. Elasti, forse l’hai già detto o scritto da qualche parte, ma posso chiederti se esiste un elenco delle città in cui presenterai nina sente? Ho l’ho appena ordinato, mi verrà consegnato a casa domani!!!! ma un’eventuale presentazione nella mia città, Brescia, non me la vorrei perdere di certo!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.