Nonsolomamma

lei

lei porta un buffo cappello nero, un elegante soprabito in tinta e dei guanti a righe che lasciano scoperte le dita. ha la grazia di un folletto e la natura eterea di chi si nutre probabilmente di solo champagne. è altera e accogliente nello stesso istante, un ossimoro a forma di elfo. sorniona, arguta, brillante,…… Continue reading lei

Nonsolomamma

lei

lei arrivò un mercoledì pomeriggio. mister incredible era a londra. “sono qui per lui” “lui chi?, qui ce ne sono parecchi di ‘lui'” “lui-lui. mister incredible. sono il suo bellissimo regalo” “ci mancavi solo tu, qui dentro. va be’. devi aspettare che torni” “aspetto, non ho fretta. te l’ho detto. sono qui per lui”. gli…… Continue reading lei

Nonsolomamma

cibo degli dei

"ehi! eccomi! sono tornata dall'ufficio. uh uh! c'è nessuno? microbbit? annalisa portapazienza? mister incredible? dove sei? ah sei qui chiuso in camera a leggere progressive taxation and the equal sacrifice principle…" "ciao elasti. ho portato dei regali per gli hobbit… e questo è per te. cioè, per te e per mister incredible ma tanto so…… Continue reading cibo degli dei